Blake Lively racconta Blake Lively…stile per stile!

Ormai la conosciamo tutti. Noi ragazze sotto il nome di Serena Van Der Woodsen della celebre serie Gossip Girl, i maschietti forse per la sua bellezza mozzafiato. E’ lei, Blake Lively, la venticinquenne attrice americana, che dall’alto del suo (quasi) metro e 80, racconta stile per stile la sua crescita personale e anche…modaiola! Nonostante la giovane età infatti è una delle star più famose del mondo e proprio in queste settimane testimonial di GUCCI PREMIÈRE, una fragranza che , a suo dire, le ha già preso il cuor. Ma come sarà cresciuta in fatto di stile la nostra Seren..ops Blake in questi anni? Lo racconta lei stessa in un intervista che noi abbiamo intercettato per voi..siete pronte a scoprire chi è la vera Blake? si parte!

2001: Ballando..s’impara!

blake lively

O forse no? “Ricordo che ero la ragazza più alta ovviamente. Non posso credere che l’abbia fatto davvero, sono una ballerina terribile, mi muovo in modo orrendo…ma sorrido molto. Forse è per questo che l’ho fatto. Qui ricordo che dovevamo fare il Pony.  ma non chiedetemi altro!

blake lively

2003: Il ballo di fine anno

Il mio primo appuntamento per il ballo è stato con uno dei miei migliori amici, ma non era molto alto, quindi indossai delle scarpe ultrapiatte. L’ abito era rosa cipria: aveva dei bellissimi fiori ed era pieno di  cristalli. In quel periodo Britney Spears andava alla grande…quindi per essere alla moda dovevi pur mostrare un pò di ombelico. Ecco spiegato quel corpetto e la gonna-pareo..

2008: La Prima

Qui sono alla prima newyorkese di  “4 amiche e un paio di jeans 2”. Il vestito che vedete in foto è ancora uno dei miei preferiti. E’ di Gucci ed è uno dei ricordi più belli della serata, anche perchè tre dei miei migliori amici che continuano ancora oggi a realizzare i miei make up e acconciature su Gossip Girl, hanno realizzato il beauty look di questa prima…ne sono ancora super affezionata..

blake lively

2009: Gli Emmy Awards

blake lively

“Ho pensato a Veronica Lake, ma volevo qualcosa di più moderno. A  volte indosso questi abiti super audaci sul tappeto rosso, ma non è così che sono in realtà. Fare una cosa del genere mi spaventa sempre molto, ma anche molto liberatorio lo ammetto. “

201o: Con Ryan Reynolds agli SPIKE TV AWARDS SHOW

blake-lively-ryan-reynolds-2010-spike-tv-awards

“Mi è piaciuto troppo questo Lanvin davvero pesante, grosso, metallico. Quel vestito era troppo elegante per l’evento, ma mi ha letteralmente ossessionato. Così l’ho indossato lo stesso.”

2011: Con CHRISTIAN LOUBOUTIN a New York

blake-lively-christian-louboutin-20th-anniversary-party

“Sono andata con Cristian in occasione della presentazione del suo libro. Stavamo andando a prendere la macchina quando propone di andare a piedi. “Si tratta di tre isolati di distanza”  ho detto, ‘cristian non siamo a Pigalles, siamo a New York.” Ero già esausta per i tacchi. Allora  si china, mi prende e mi porta in braccio. Stavo morendo dal ridere, ed ero imbarazzatissima perché eravamo accerchiati dai paparazzi. Ho appena avuto il tempo di coprire il mio abito corto, con la clutch…che serata. “

2012: Shooting per Gucci Premier

blake-lively-gucci-premiere-ad-photo-shoot

“Questa foto fa parte dello shooting per Gucci. Qui sono su un grattacielo di Los Angeles…sono cresciuta a Los Angeles senza mai sapere quello che avrei voluto fare, e ora mi ritrovo nella mia stessa città indossando un abito couture Gucci..un sogno”

Autore dell'articolo: alessia

Salve a tutti, sono Alessia Cipolla, studentessa universitaria con il pallino per la moda! Writer per FashioLoud e blogger di Dans la Valise, un blog nato da settembre dello scorso anno, che contiene il mio punto di vista personalissimo sul fashion sistyem e su molto altro ancora. Riconosco nell'arte e nella creatività la mia fonte d'ispirazione maggiore. ll mio lavoro nel mondo della moda è quello di scovare e riportare scoop, novità e tutorial che possano aiutare le nuove fashioniste ad essere perfette in ogni occasione. Una sorta di guida alla perfezione scritta da una donna per le donne. Perchè si sa...chi ci capisce meglio di noi stesse!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *